Psr: sostegno alle attività di vendita diretta nelle aziende agroalimentari. Pubblicato l’avviso: dotazione finanziaria di 5 milioni di euro. L’Assessore Gallo: «Garantire nuove opportunità di commercializzazione»

Avviare o potenziare le attività di vendita diretta nelle aziende agroalimentari, al fine di migliorare redditività esostenibilità delle produzioni e garantire alle aziende nuove opportunità di commercializzazione dei prodotti.

Sono queste le finalità del bando del Psr, relativo all’intervento “4.1.1 “Investimenti in aziende agricole”, annualità 2021. L’avviso pubblico, disponibile sul portale www.calabriapsr.itè composto da due azioni di sostegno, l’una per l’allestimento o ammodernamento dei punti vendita aziendali dei prodotti agricoli inclusi nell’allegato 1 del Trattato europeo (azione A), l’altra per gli investimenti in tecnologie dell’informazione, promozione e comunicazione e commercio elettronico della stessa tipologia di prodotti (azione B). «L’obiettivo strategico – commenta l’Assessore regionale all’Agricoltura, Gianluca Gallo – è favorire la competitività delle aziende calabresi, favorendo le attività di trasformazione, commercializzazione e sviluppo dei prodotti agricoli. Con l’ausilio delle risorse comunitariein linea con le indicazioni dello strumento Next Generation EU, puntiamo a potenziare la permanenza dei prodotti regionali su mercati di riferimento specializzati e a valorizzare e rafforzare lefiliere»

I beneficiari dell’intervento sono gli imprenditori agricoli, singoli o in forma societariacompresi reti e associazioni d’impresaLa dotazione finanziaria è pari a 5 milioni di euro (salvo ulteriori risorse aggiuntive), dei quali 4 destinati all’azione A), “Punti vendita aziendali ed extra aziendali”, ed unall’aziona B) “Tecnologie dell’informazione e comunicazione, commercio elettronico”.

L’entità del sostegno potrà arrivare fino al 90% del costo dell’investimento. Per ognuna delle due azioni sarà predisposta una specifica graduatoria. A parità di punteggio la priorità sarà accordata ai punti vendita localizzati in Comuni con popolazione superiore a 10.000 abitanti (secondo ultima rilevazione Istat 2020) e, nell’ambito di tali progetti, alle donne in qualità di titolari/legali rappresentanti proponenti.

Le domande di sostegno potranno essere presentate attraverso il portale Sian nel periodo compreso tra il 10 e

Pubblicazione bando - Misura 4 - Intervento 4.1.1 “Investimenti nelle aziende agricole” - VENDITA DIRETTA - Annualità 2021

E' disponibile, nell'apposita sezione del sito, la documentazione per partecipare al bando della Misura Misura Misura 4 - Intervento 4.1.1  “Investimenti nelle aziende agricole”  - VENDITA DIRETTA - Annualità 2021

Vai al Bando

Frutta tropicale: disponibile l’avviso pubblico sul portale www.calabriapsr.it. Le istanze potranno essere presentate tra il 10 e il 30 Settembre 2021 L’assessore Gallo: «Primo bando tematico dedicato a questa filiera»

È disponibile sul portale istituzionale dell’Autorità di gestione www.calabriapsr.it l’avviso pubblico del Programma di sviluppo rurale relativo alle domande di adesione alla misura 4, interventi 4.1.1. “Investimenti nelle aziende agricole” e 4.1.3. “Investimenti per la gestione della risorsa idrica da parte delle aziende agricole”, relativo all’annualità 2021, finalizzato alla concessione di sostegni per interventi di nuovi impianti e reimpianti arborei per quanto concerne la frutta tropicale, sub tropicale e i piccoli frutti, nonché per impianti di efficientamento dei sistemi di irrigazione.
Gli investimenti relativi agli impianti arborei potranno interessare la frutta sub tropicale (ad esempio, Kiki, annona), quella tropicale (avocado, mango, papaia e altri) ed i piccoli frutti (come ribes, more, mirtilli, lamponi). «Anche in virtù delle interlocuzioni avute in questi ultimi mesi con il partenariato – affermato l’Assessore regionale all’Agricoltura Gianluca Gallo – abbiamo individuato alcune filiere produttive alle quali intendiamo assicurare particolare sostegno, poichè strategiche rispetto alle potenzialità dei territori e per aiutare gli agricoltori calabresi ad uscire quanto prima dalla crisi pandemica». Aggiunge Gallo: «Siamo di fronte ad un’assoluta novità nel panorama del Psr Calabria, considerato che per la prima volta ci si rivolge a questa specifica filiera, con l’obiettivo di favorire un settore di nicchia e la multifunzionalità delle aziende calabresi, implementando l’offerta produttiva regionale e puntando, al contempo, al miglioramento della competitività sui mercati e ad un uso più efficiente delle risorse idriche».
Il Bando ha una dotazione finanziaria di 16 milioni di euro, dei quali 15 stanziati sull’intervento 4.1.1. ed uno sull’intervento 4.1.3, salvo ulteriori risorse aggiuntive e/o rinvenienti (questa ripartizione potrebbe subire variazioni in funzione delle proposte presentate e del definitivo esito istruttorio del bando). Il contributo massimo concedibile è pari a 150.000 euro. I beneficiari dell’intervento sono gli imprenditori agricoli, singoli o in forma societaria, operanti nell’ambito delle suddette produzioni, per i quali si è ritenuto di predisporre un’unica graduatoria: in caso di ex aequo di punteggio, sarà accordata priorità alle donne in qualità di titolari/legali rappresentanti proponenti e, tra queste, alle più giovani. Saranno inoltre privilegiati i progetti da realizzare nelle aree interne, in quelle montane ed in quelle svantaggiate.
Le domande di sostegno per gli interventi 4.1.1. e 4.1.3 dovranno essere presentate attraverso il portale Sian, a decorrere dal 10 Settembre prossimo e fino alla data del 30 Settembre 2021.

Pubblicazione bando - Misura 4 Interventi 4.1.1 - 4.1.3 - Frutta tropicale – Sub tropicale - Piccoli frutti - Annualità 2021

E' disponibile, nell'apposita sezione del sito, la documentazione per partecipare al bando della Misura 4 Interventi 4.1.1 - 4.1.3 - Frutta tropicale – Sub tropicale - Piccoli frutti - Annualità 2021

Vai al Bando

Domanda unica: pagamenti per oltre 1 milione e 700mila euro. In liquidazione un decreto relativo al saldo dell’annualità 2020

L’assessore Gallo: «A breve anticipazioni Domanda unica 2021 e pagamenti Psr»

Ancora liquidazioni relative al saldo della campagna 2020 della Domanda unica. L’organismo pagatore Arcea ed il Dipartimento Agricoltura della Regione Calabria hanno dato il via all’erogazione dei pagamenti relativi al decreto n. 13 di Domanda unica, grazie al quale saranno assegnati 1.702.197,92 euro a 1.475 beneficiari.
Salgono così a tre i decreti di Domanda unica posti in pagamento nel giro di due settimane, per un importo complessivo erogato di oltre 51 milioni di euro. Invece, l’ammontare delle risorse concesse dal Marzo 2020 ad oggi, per quanto riguarda sia la Domanda unica sia il Programma di sviluppo rurale, corrisponde a circa 394 milioni di euro. «L’attività di erogazione delle risorse economiche in favore del comparto agroalimentare calabrese – afferma l’assessore regionale all’Agricoltura, Gianluca Gallo - procede senza pause. Nei prossimi giorni saranno liquidati un altro decreto di Domanda unica, questa volta relativo all’anticipazione del 2021, ed uno legato al Psr, quest’ultimo di importo rilevante. Un modo per continuare ad immettere liquidità nel comparto primario e premiare l’impegno e gli sforzi degli imprenditori agricoli e forestali regionali, che non hanno mai abbassato la testa di fronte alla crisi determinata dalla pandemia».

Pubblicazione Faq Bando M16 16.01.01 Supporto alla costituzione e gestione dei Gruppi Operativi PEI

Sono disponibili, nell'apposita sezione del sito, le Faq aggiornate del bando a valere sulla Misura 16 -Intervento 16.1.1 Supporto alla costituzione e gestione dei Gruppi Operativi PEI

Vai a Faq

Proroga scadenza Bando Misura 4 intervento 4.4.1 Annualità 2021

Si avvisano gli utenti che e' disponibile il decreto di proroga della scadenza per la presentazione delle domande di sostegno a valere sul bando Misura 4 intervent0 4.4.1 Annualità 2021 al 15/09/2021

vai al bando

Promuovere tra i giovani l’agricoltura sostenibile attraverso le misure del Psr. Anche la Calabria al Rural camp con studenti delle tre Università calabresi. L’iniziativa promossa dal Mipaaf e dalla Rete rurale nazionale

Sessanta studenti provenienti da otto università di Calabria, Sicilia, Campania, Molise e Lombardia impegnati, insieme ai docenti referenti e ai referenti regionali, in una tre giorni fatta di visite aziendali, laboratori, co-progettazione e condivisione, nonché di lavoro su modelli organizzativi aziendali che siano innovativi e rispettosi dell’ambiente.
Questo è stato il RuralCamp, l’iniziativa promossa dal ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali e attuata dalla Rete rurale nazionale, in collaborazione con le Regioni, le università, le associazioni di categoria e professionali agricole e le associazioni non governative che hanno aderito. All’edizione di quest’anno, dal titolo “PSR. Motore per la sostenibilità e l'innovazione”, che si è svolta nei giorni scorsi a Carlentini, in provincia di Siracusa, ha preso parte con una folta delegazione, la più numerosa tra tutte, anche la Regione Calabria, attraverso il Dipartimento Agricoltura e l’Autorità di gestione del Psr. Nello specifico, a rappresentare la Regione sono stati quindici universitari appartenenti ai tre atenei calabresi (undici iscritti alla facoltà di Agraria dell’università Mediterranea di Reggio Calabria e gli altri alla facoltà di Scienze della Salute dell’Università Magna Graecia di Catanzaro e alla facoltà di Scienze politiche e sociali dell’Università della Calabria). «Ancora una volta – ha commentato l’Assessore regionale all’Agricoltura, Gianluca Gallo – abbiamo inteso aderire a questa iniziativa, quale preziosa occasione formativa per i giovani calabresi, protagonisti di un’agricoltura che, con il sostegno mirato dei fondi comunitari, dovrà basarsi sull’innovazione tecnologica e la promozione della sostenibilità ambientale». Ha aggiunto Gallo: «Il Rural Camp costituisce un’esperienza molto importante per promuovere le opportunità offerte del Programma di sviluppo rurale e, allo stesso tempo, favorire l’incontro, il confronto e lo scambio tra gli studenti, le istituzioni e le aziende agroalimentari regionali, in modo da mettere a punto nuovi sistemi e processi che rendano il settore più moderno ed efficiente e che tutelino le nostre aree rurali».
La fase del mini-camp è stata la conclusione di un percorso che ha visto la realizzazione di un corso online Rural4learning e di successivi incontri online (durante tutto il periodo di pandemia) Rural4hack- Talks-At-sunset - Call to action e incontri di laboratorio con vari imprenditori, beneficiari del Psr, aziende agricole sostenibili e innovative. Per la Regione Calabria è stata selezionata Valentina Brizzi, l’imprenditrice agricola calabrese che ha portato la sua esperienza quale testimonianza di sviluppo rurale che, grazie al “Pacchetto Giovani” del Programma di Sviluppo Rurale ha avviato, insieme ai suoi genitori, l’azienda agricola “Zinurra” di Benestare, che produce e commercializza carciofini selvatici. Nella tre giorni siciliani i giovani studenti hanno anche avuto modo di visitare sei aziende, focalizzando la propria attenzione sull’agrumicoltura specializzata, sulla zootecnia biologica, sulla cerealicoltura estensiva e la risicoltura biologica e sul comparto equestre, approfondendo la conoscenza dei fabbisogni dei territori rurali e di pratiche agronomiche ed esperienze aziendali innovative, sostenute dai Programmi di Sviluppo Rurale 2014-20, che costituiscono importanti buone pratiche da replicare.

20210721 202004

20210722 193706

IMG 20210721 WA0024

Pubblicato decreto di approvazione delle carte attitudinali: coltivazione in area vocata

E' disponibile il Decreto N°. 7396 del 19/07/2021 avente per oggetto : PSR CALABRIA 2014-2020 - COLTIVAZIONE IN AREA VOCATA. APPROVAZIONE CARTE ATTITUDINALI.

Il Decreto è disponibile anche nella sezione Cartografia e Zonizzazione del sito.

Agricoltura: pagamenti per oltre 5 milioni di euro In liquidazione un altro decreto di Domanda Unica relativo all’annualità 2020

L’assessore Gallo: «Nei prossimi giorni altri pagamenti tra Psr e Domanda Unica»

A pochi giorni di distanza dall’elaborazione del decreto n. 11, relativo all’annualità 2020 della Domanda Unica, grazie al quale sono state erogate risorse paria a 44.329.554,69 euro in favore di 58.330 beneficiari, l’organismo pagatore regionale Arcea ha autorizzato il pagamento del decreto n. 12, per un importo complessivo di 5.084.360,72 euro, destinati a 2.913 imprenditori agricoli calabresi. «Stiamo pigiando il piede sull’acceleratore per quanto riguarda i pagamenti – sottolinea l’Assessore regionale all’Agricoltura ed alle risorse agroalimentari, Gianluca Gallo – per aiutare il settore agroalimentare, asse portante dell’economia regionale, ad uscire dalla pesante crisi scaturita dalla pandemia. L’ottima sinergia tra Arcea ed il Dipartimento Agricoltura ha portato all’erogazione, dal Marzo 2020 ad oggi, di oltre 392 milioni di euro, somma destinata a crescere dal momento che in questo mese di Luglio sono previste ulteriori tranche di pagamenti che riguarderanno sia il Programma di sviluppo rurale che la Domanda Unica».

  2016 PSR Calabria 2014/2020 - Cittadella Regionale - Catanzaro