Psr: 910.000 euro per le attività di informazione e promozione del settore olivicolo L’Assessore Gallo: «Misura indispensabile per rendere più competitive le aziende calabresi»

Promuovere e potenziare il ruolo dell’olivicoltura, settore trainante dell’agricoltura regionale.

Questo l’obiettivo dell’intervento 3.2.1 del Psr “Aiuti ad attività di informazione e promozione implementate da gruppi di produttori sui mercati interni” (sotto-intervento C “Azioni di informazione e promozione relative al comparto olivicolo”), annualità 2019, di cui oggi è stata pubblicata la graduatoria definitiva. «Il nostro scopo – commenta l’Assessore regionale all’Agricoltura, Gianluca Gallo - è cambiare passo rispetto al passato e puntare concretamente sulla crescita della filiera olivicolo-olearia. Le risorse stanziate sono finalizzate a migliorare conoscenza e posizionamento sui mercati delle produzioni olivicole regionali di qualità, nonché le forme di aggregazione tra produttori, per rendere competitive le nostre aziende e riconoscibili i nostri prodotti, ancor più in questo momento di crisi derivante dalle conseguenze della pandemia».

La misura, nello specifico, è finalizzata al potenziamento delle attività di informazione e promozione sui mercati interni del comparto olivicolo e degli oli a marchio certificato calabresi. Essa è rivolta ai Consorzi di tutela e valorizzazione degli oli che rientrano nei regimi di qualità e ad associazioni di imprese che aggregano produttori del comparto olivicolo, strettamente Dop, Igp o biologico, già soci dei Consorzi. La dotazione finanziaria del bando era di 1.500.000 euro, 1.200.000 dei quali destinati al regime di qualità Igp (convenzionale o biologico)e 300.000 al Dop. Dall’istruttoria sono risultate ammissibili due domande, per un importo totale ammesso di 1.300.000 euro ed un importo totale concesso di 910.000 euro, in quanto l’aliquota di sostegno è fissata al 70% delle spese ammissibili.

I beneficiari dovranno rispettare il piano triennale integrato di informazione e promozione presentato, che dovrà essere articolato in progetti annuali, volti a favorire attività promozionali da svolgersi presso i punti vendita e della distribuzione organizzata e nel canale Ho.Re.Ca; incontri e workshop con operatori economici, giornalisti ed esperti di settore, presso le aziende; organizzazione e partecipazione a fiere e manifestazioni e realizzazione di esposizioni temporanee di prodotti; diffusione di conoscenze scientifiche e tecniche sui prodotti di qualità, attraverso strumenti cartacei o multimediali; realizzazione di campagne pubblicitarie.

La graduatoria definitiva è disponibile e consultabile sul portale istituzionale www.calabriapsr.it.

Pubblicazione Elenchi regionali definitivi Misura 11 - Intervento 11.2.1 Agricoltura biologica - Annualità 2020

E' disponibile, nell'apposita sezione del sito, il decreto di approvazione dgli elenchi regionali definitivi Misura 11 Intervento 11.2.1 Agricoltura biologica - Pafgamenti per il mantenimento di metodi e pratiche di produzione biologica - Annualità 2020

Vai a Graduatorie PSR definitive

Pubblicazione graduatoria definitiva bando Mis. 3 Intervento 3.2.1 "Aiuti ad attività di informazione e promozione implementate da gruppi di produttori sui mercati" sotto intervento C comparto Olivicolo - Annualità 2019

E' disponibile, nell'apposita sezione del sito, la graduatoria definitiva del bando Misura 3 - Intervento 3.2.1 (C) Olivicolo Annualità 2019

Vai a Graduatorie Psr definitive

Psr: pubblicati i bandi sulla meccanizzazione con iter semplificato

A disposizione fondi per acquisto di macchinari, attrezzature e impianti
L’Assessore Gallo: «Procedure più snelle per agevolare realmente le aziende agricole»


Risorse per potenziare le dotazioni tecnologiche delle aziende, con procedure semplificate.
Sono stati pubblicati sul portale istituzionale www.calabriapsr.it i bandi del PSR Calabria 2014/2020 relativi agli interventi 4.1.1, “Investimenti nelle aziende agricole”, e 4.2.1, “Investimenti nella trasformazione, commercializzazione e sviluppo dei prodotti agricoli”, annualità 2020. Entrambi finalizzati all’acquisto di macchinari e attrezzature (4.1.1) e di macchinari, attrezzature e impianti (4.2.1), sono stati illustrati ai rappresentanti delle organizzazioni di categoria e degli ordini professionali dall’Assessore Gallo e dal direttore generale del Dipartimento Agricoltura, Giacomo Giovinazzo, nel corso di una riunione in video conferenza. «Come già avvenuto per il bando della misura Covid – ha sottolineato l’Assessore regionale all’Agricoltura, Gianluca Gallo – abbiamo lavorato per favorire la massima sburocratizzazione e attivare procedure snelle. Tutto questo con lo scopo di agevolare realmente le aziende agroalimentari in questa congiuntura fortemente complicata dagli effetti della pandemia. Inoltre, l’iniziativa è stata pensata anche per dare la possibilità agli imprenditori di cumulare al contributo degli interventi in oggetto anche il credito di imposta, se prorogato oltre la fine di Novembre, come pare».
Nello specifico, tra le principali facilitazioni burocratiche adottate il fatto che, per la valutazione delle istanze, sia prevista l’applicazione dei soli criteri di selezione pertinenti alla natura dell’investimento. L’acquisizione della documentazione necessaria alla comprova definitiva dei requisiti e delle indicazioni fornite in domanda, è stato anche evidenziato, sarà acquisita preliminarmente alla notifica della lettera di concessione, così da snellire l’avvio del progetto una volta sottoscritta la concessione stessa. Inoltre, a seguito del confronto col tavolo partenariale, è stato deciso di innalzare il massimale di contributo pubblico per entrambi i bandi a 300.000 euro, ad eccezione (nel bando 4.2.1) delle aziende di trasformazione e/o commercializzazione di prodotti non agricoli, per le quali il contributo pubblico massimo è pari a 100.000 euro. Per quanto riguarda invece le percentuali di sostegno, per l’intervento 4.1.1 sono fissate al 55% per le aree montane e svantaggiate, al 50% per gli investimenti in trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli ed al 45% per gli investimenti ricadenti nelle altre zone non delimitate.
La dotazione finanziaria prevista per i bandi, in attesa di essere rimpinguata con le risorse del fondo di transizione 2020-2021, è di 2 milioni ciascuno.

Pubblicazione bando Misura 4 - Intervento 4.2.1 “Investimenti nella trasformazione, commercializzazione e sviluppo dei prodotti agricoli” Annualità 2020

Sono disponibili, nell'apposita sezione del sito, il decreto e la documentazione del bando Misura 4  - Intervento 4-2-1“Investimenti nella trasformazione, commercializzazione e sviluppo dei prodotti agricoli” -Annualità 2020

Vai al Bando

Pubblicazione Bando Misura 4 - Intervento 4.1.1 Investimenti nelle aziende agricole Annualità 2020

Sono disponibili, nell'apposita sezione del sito, il decreto e la documentazione del Bando Misura 4 Intervento 4.1.1 Investmenti nelle aziende agricole - Annualità 2020 

Vai al Bando 

Pubblicazione comunicazione del Dipartimento Agricoltura sullo slittamento del periodo di fermo nell'utilizzo dei letami

Il Dipartimento rende nota la comunicazione avente per Oggetto: Individuazione del blocco per lo spargimento di letami e materiali ad essi assimilabili, e liquami e materiali ad essi assimilabili all'interno delle Zone Vulnerabili ai Nitrati ai sensi dell'art.40 cc. 2 D.M. 5046 del 25/02/2016

Vai alla Nota

Pubblicato decreto di rettifica della graduatoria provvisoria del bando Misura 16 Intervento 16.1.1 seconda fase

E' disponibile, nell'apposita sezione del sito, il decreto di rettifica della graduatoria provvisoria a valere sul bando Misura 16 Intervento 16.1.1 Seconda fase "SUPPORTO ALLA COSTITUZIONE DEI GRUPPI OPERATIVI PEI"

Si precisa che il decreto stabilisce che, entro 10 giorni dalla pubblicazione del presente atto su questo sito, è data facoltà ai partecipanti di proporre istanze di riesame a mezzo pec: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  con oggetto “istanza di riesame Misura 16 - Intervento 16.01 Fase II.

Vai a Graduatorie PSR Provvisorie

PSR: risorse della misura Covid a sostegno di agriturismi, fattorie didattiche e sociali. L’Assessore Gallo: «Più di 2 milioni d’euro per dare ristoro agli imprenditori del comparto»

«In linea con gli impegni assunti, siamo pronti a finanziare anche gli agriturismi e le fattorie didattiche e sociali calabresi colpiti dalla crisi da pandemia».

Così l’Assessore regionale all’Agricoltura Gianluca Gallo commenta l’avvenuta pubblicazione degli elenchi provvisori della misura 21 del Programma di Sviluppo Rurale della Calabria 2014/2020, “Sostegno temporaneo eccezionale a favore di agricoltori e PMI particolarmente colpiti dalla crisi di COVID-19”, relativamente agli agriturismi ed alle fattorie didattiche e sociali. Per questi comparti, di fatto, si era resa necessario un approfondimento istruttorio, finalizzato a supportare la valutazione della documentazione contabile allegata alle domande pervenute: su 393 istanze presentate, ad esito dell’istruttoria 320 sono risultate essere quelle ammissibili, per un finanziamento complessivo erogabile di due milioni e 240 mila euro, che vanno ad aggiungersi ai 13.816.000 milioni già stanziati nei giorni scorsi per gli altri comparti in crisi, per un contributo complessivo pari a più 16 milioni di euro. In particolare, per quanto riguarda gli agriturismi, sono 308 le domande positive su 365 esaminate, per un importo finanziabile di 2.156.000 Euro; per le fattorie didattiche sono 10 (su 15) le domande ritenute ammissibili per un contributo di 70.000 euro; per le fattorie sociali, due istanze ammissibili su tre presentate, per un totale di 14.000 euro.

Rispetto alla graduatoria provvisoria, si rende noto, sarà ora possibile procedere alla presentazione di istanze di riesame, entro il termine massimo di dieci giorni lavorativi, debitamente motivate e documentate, con invio a mezzo pec all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Nei 15 giorni successivi avrà luogo la definizione della graduatoria provvisoria. «Nel frattempo – aggiunge l’Assessore Gallo - l’amministrazione si sta adoperando per pubblicare gli elenchi definitivi delle domande di riesame avanzate dagli agricoltori operanti nei comparti lattiero e florovivaistico e dalle Pmi attive nella trasformazione, commercializzazione o sviluppo dei prodotti agricoli dei settori vitivinicolo Dop e Igp e lattiero-caseario, anche in anticipo rispetto ai tempi stabiliti nei decreti, comunque nel rispetto delle normative e delle disposizione regolamentari previste nei bandi».

  2016 PSR Calabria 2014/2020 - Cittadella Regionale - Catanzaro