Condizionalità

Cos'è la Condizionalità

 

La Condizionalità è uno dei principali pilastri introdotto con la riforma della PAC (Politica Agricola Comunitaria).

Il meccanismo della “condizionalità” intende contribuire a sviluppare ed incrementare un'agricoltura sostenibile grazie a una migliore consapevolezza da parte dei beneficiari circa la necessità di rispettare tali norme fondamentali, e a soddisfare le aspettative e gli interessi dei consumatori.

La condizionalità introduce il principio secondo il quale per poter accedere al sistema dei pagamenti comunitari gli agricoltori devono rispettare determinate norme che riguardano la corretta gestione agronomica dei terreni, la salvaguardia dell'ambiente, la salute pubblica, la salute degli animali e il loro benessere per evitare le sanzioni previste per i casi di inadempienza.

 

Le regole di Condizionalità

 

Le regole di condizionalità, secondo quanto disposto dal Titolo VI del Regolamento (UE) n. 1306/2013-artt. 91-101, comprendono i criteri di gestione obbligatori  (CGO) previsti dal diritto dell'Unione e le norme per il mantenimento del terreno in buone condizioni agronomiche e ambientali (BCAA).

Tre sono i settori di riferimento: Ambiente, cambiamenti climatici e buone condizioni agronomiche del terreno - Sanità pubblica, salute degli animali e delle piante - Benessere degli animali.

Nove sono i temi principali: Acque-Suolo e stock di carbonio - Biodiversità - Livello di mantenimento minimo dei paesaggi - Sicurezza alimentare - Identificazione e registrazione degli animali - Malattie degli animali - Prodotti fitosanitari - Benessere degli animali. 

 

Chi è tenuto al rispetto della Condizionalità

 

Tutti gli agricoltori che beneficiano di aiuti per lo Sviluppo Rurale e per la domanda unica. Gli impegni di condizionalità devono essere rispettati su qualsiasi superficie agricola dell’azienda beneficiaria di aiuti, inclusi i terreni in relazione ai quali non si percepisce alcun aiuto. 

 

La normativa nazionale e regionale di riferimento

 

Le regole di condizionalità sono disciplinate a livello nazionale dal DM n.3536 del 8 febbraio 2016 e dal DGR n.293 del 28 luglio 2016 (pubblicata sul BURC n.86 del 10 agosto 2016 – Serie Ordinaria) e Allegato A, con cui la Regione Calabria ha approvato le suddette regole valide per l’anno 2016.

 

Applicazione della sanzione

 

La sanzione amministrativa si applica se, in qualsiasi momento di un dato anno civile, le regole di condizionalità non sono rispettate e tale  inadempienza  è  imputabile  direttamente  al  beneficiario che ha presentato la domanda di aiuto o la domanda di pagamento nell'anno civile considerato.

 

Linee guida Piani forestali 

 

Linee guida per l’aggiornamento del Piano Forestale Regionale e Linee guida per la redazione dei Piani di gestione forestale

DGR n. 548 del 16/12/2016

Allegati

 

 

 

 

 

 



  2016 PSR Calabria 2014/2020 - Cittadella Regionale - Catanzaro