IL PERCORSO LEGISLATIVO DELLA POLITICA AGRICOLA 2021-2027

 

1.    IL BILANCIO UE, PASSAGGIO PRIORITARIO

Il 2 maggio 2018 la Commissione europea ha presentato la sua ipotesi di Quadro Finanziario Pluriennale per il periodo 2021-2027 COM(2018)322 , in cui sono indicate le risorse finanziarie per la Politica Agricola Comune.  La proposta è passata al Parlamento e al Consiglio Europeo per il negoziato. Il Parlamento a novembre 2018 ha approvato la propria posizione comune sul Quadro, inclusi gli importi destinati per ogni politica e programma europeo. I negoziati con i ministri dell'UE potranno avere inizio non appena il Consiglio avrà raggiunto un accordo su una posizione comune, che fino ad oggi non è avuto e si auspica di raggiungere per la fine del 2019. Comunque i negoziati si apriranno con la nuova Commissione, che si insedia a novembre 2019.

Le principali tappe politiche per il futuro bilancio dell’Unione europea
28 giugno 2017 Documento di riflessione della Commissione europea sul futuro delle finanze dell’Ue
14 febbraio 2018 Comunicazione della Commissione europea “Un quadro finanziario pluriannuale per una Unione europea che mette in pratica efficacemente le sue priorità dopo il 2020”
23 febbraio 2018 Consiglio europeo informale sulle priorità politiche dell’Ue
2 maggio 2018 Proposte per il Quadro finanziario pluriennale post 2020 (QFP)
29 marzo 2019 Uscita del Regno Unito dall’Unione europea
9 maggio 2019 Consiglio europeo di Sibiu
23-26 maggio 2019 Elezioni del Parlamento europeo
21 giugno 2019 Consiglio europeo per la elezione del presidente del Consiglio europeo e la designazione di un candidato alla carica di presidente della Commissione europea
1° novembre 2019 Nuova Commissione europea e insediamento nuovo Commissario DG AGRI
novembre 2019 ? Triloghi e approvazione della PAC 2021-2027
??? Uscita del Regno Unito dall'Unione Europea

 

2.    LA POLITICA AGRICOLA 2021-2027

2.1 LE PROPOSTE LEGISLATIVE DELLA COMMISSIONE

Il primo passo è avvenuto il 2 febbraio 2017, quando la Commissione europea ha lanciato una consultazione pubblica della durata di tre mesi per raccogliere le opinioni dei cittadini europei sulla PAC post 2020.

Il 7 luglio 2017 si è svolta a Bruxelles la Conferenza europea sul futuro della PAC, durante la quale sono stati illustrati i risultati della consultazione pubblica e i temi principali che riguarderanno la nuova PAC.

Il 29 novembre 2017 la Commissione europea ha presentato il primo documento ufficiale dal titolo “Il futuro dell’alimentazione e dell’agricoltura”, in cui sono state delineate le linee guida sul futuro della PAC.

Il 1 giugno 2018 la Commissione europea ha presentato al Parlamento e al Consiglio europeo le proprie proposte legislative sulla PAC 2021-2027: proposte dei regolamenti COM(2018)0392, COM(2018)0393 e COM(2018) 0394

Le proposte della Commissione europea sono poi passate alla fase legislativa, affidata al Parlamento e al Consiglio europeo, che dovrebbero portare all’approvazione definitiva dei regolamenti.

2.2 LA FASE LEGISLATIVA IN CORSO AL PARLAMENTO EUROPEO

Nell’ambito del processo legislativo, il 22 febbraio 2019 si è concluso il dibattito  in seno alla Commissione ambiente (Comenvi) e l'8 aprile 2019 la Commissione agricoltura (Comagri) del Parlamento europeo ha approvato la relazione e gli emendamenti sulla PAC 2021-2027.

Il voto in Comagri è stato l'ultimo atto del Parlamento europeo, prima delle elezioni europee del maggio 2019: il Parlamento ha scelto di non procedere alla votazione della nuova PAC nella sessione plenaria di Stasburgo del 15-18 aprile 2019 (ultima plenaria prima delle elezioni europee). Questa scelta lascia la totale libertà al nuovo Parlamento europeo di esprimersi sul futuro della PAC. Il processo legislativo quindi riprenderà a settembre 2019.

2.3LA FASE LEGISLATIVA IN CORSO AL CONSIGLIO DEI MINISTRI

Parallelamente al Parlamento europeo, il dibattito sulla PAC prosegue anche in sede di Consiglio dei ministri agricoli, attualmente sotto la Presidenza romena (primo semestre 2019) e a seguire Finlandia (secondo semestre 2019), Croazia e Germania.

La presidenza romena uscente ha elaborato a metà giugno 2019 una serie di documenti e relazioni sullo stato dei lavori e i progressi compiuti. Il dibattito prosegue sotto la presidenza finlandese, con l’obiettivo di raggiungere un accordo politico entro dicembre 2019.

2.4I TEMPI DI APPROVAZIONE

Allo stato attuale, il processo legislativo prevede l’avvio della nuova PAC al 1° gennaio 2021, ma il percorso è stato rallentato dalle  elezioni europee del maggio 2019 e reso incerto dal neoziato sul Quadro Finanziario Pluriennale. E'  difficile, ad oggi, prevedere delle date precise di approvazione della nuova PAC. In linea di principio, una volta definite le posizioni agricole dei due colegislatori dopo le elezioni europee che si sono appena svolte nel maggio, potrebbe essere possibile raggiungere un accordo isituzionale per la fine del 2020. Ipotesi attendibili prefigurano quindi l’avvio della nuova PAC al 2022 o al 2023.

 



  2016 PSR Calabria 2014/2020 - Cittadella Regionale - Catanzaro